Superbonus 110%

Superbonus 110% per ristrutturare casa. Lavori e limiti del Superbonus

Ecco tutto quello di cui hai bisogno per il Superbonus 110%.

Superbonus 110%. Scopri come ristrutturare casa a costo zero, chi può richiedere la detrazione e quali sono i lavori che possono essere realizzati

Il Governo ha ufficializzato nel decreto rilancio il super – bonus 110%, una misura che nelle intenzioni dell’esecutivo dovrebbe aiutare a rinnovare il parco immobiliare italiano, un occasione per migliaia di italiani di ristrutturare casa praticamente senza spendere un solo euro.

Grazie alla detrazione fiscale al 110 per cento infatti, è possibile ristrutturare una casa eseguendo lavori di miglioramento energetico e messa in sicurezza praticamente a costo zero

Quali sono i requisiti per poter richiedere il Superbonus 110% per ristrutturare casa a zero spese?

La detrazione sarà valida per quanto riguarda tutti gli interventi che saranno compiuti tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. Per accedere al Superbonus 110% è però fondamentale apportare alla casa su cui si realizzano i lavori miglioria quantificabili in almeno due classi energetiche, oppure, raggiungere la classe energetica più elevata per quanto riguarda quello specifico immobile.

Corso Superbonus 110%

Il miglioramento dovrà essere certificato mediante presentazione di un Attestato di Prestazione Energetica regolare firmato da un tecnico qualificato.

N.B. Il Superbonus 110% può essere ceduto dal titolare come credito alle banche o all’impreso che realizza materialmente i lavori. In questo specifico caso, lo sconto sarà immediato e calcolabile direttamente in fattura. Nel caso invece si decide di portare in detrazione le spese soggetto a super bonus 110% il rimborso sarà riconosciuto in cinque quote di uguale importo.

Superbonus 110% per ristrutturare casa. Come richiederlo!

Quali sono i lavori che possono essere finanziati con Superbonus 110%?

Il rimborso del 110% è valido per lavori di :

  • isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo. La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 60.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio. I materiali isolanti utilizzati devono rispettare i criteri ambientali minimi di cui al decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 11 ottobre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2017.
  • interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013 della Commissione del 18 febbraio 2013, a pompa di calore, ivi inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici di cui al comma 5 e relativi sistemi di accumulo di cui al comma 6, ovvero con impianti di microcogenerazione. La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 30.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito;
  • interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, ivi inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici di cui al comma 5 e relativi sistemi di accumulo di cui al comma 6, ovvero con impianti di microcogenerazione. La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 30.000 ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito.

Vuoi sapere tutto sul bonus per ristrutturare casa? Segui il nostro corso Superbonus 110% tenuto dall’Architetto specializzato Fabio Vicamini, oggi al 20% di sconto!

Mauro Melis

Giornalista, Copywriter, Blogger... non lo nego ho più di una difficoltà a definire la mia professione. Cerco di mettere in ordine parole e pensieri e aiuto soggetti pubblici e privati a comunicare nel miglior modo possibile le loro attività e le loro passioni.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button